Logo Regione Autonoma della Sardegna
SERVIZI PER IL SETTORE APPALTI IN SARDEGNA
home  ›  consulenza  ›  appalti innovativi

Appalti Innovativi

Gli obiettivi dello Sportello Appalti Imprese per promuovere la conoscenza e l’utilizzo degli appalti innovativi

Il lavoro svolto dallo Sportello Appalti Imprese sugli appalti precommerciali e innovativi nel corso del 2016 ha consentito di portare avanti un percorso di lavoro “pilota” che ha messo in evidenza tre esigenze fondamentali:

  1. L’esigenza di continuare ad informare, apportando elementi fondamentali di certezza giuridica, il sistema territoriale circa l’esistenza degli appalti di ricerca e innovazione, che restano tuttora sconosciuti a gran parte degli Enti pubblici e alle imprese, ma sulla quale si stanno indirizzando molte risorse pubbliche, sia a livello europeo, che nazionale e regionale
  2. L’esigenza di stimolare “culturalmente” alcune tipologie di Enti che potrebbero essere fortemente interessate al percorso degli appalti di ricerca e sviluppo
  3. La necessità di comprendere a fondo i fabbisogni di innovazione dei diversi Enti, fabbisogni che nel prossimo futuro dovranno essere meglio esplicitati ed evidenziati, in modo da tradursi in una domanda di innovazione efficace.

Gli eventi dedicati agli appalti innovativi: la programmazione 2017 dello Sportello Appalti Imprese

Lo Sportello Appalti Imprese prevede per il 2017 le seguenti iniziative:

- 5 seminari formativi/informativi, sui seguenti temi:
- "Nuove modalità di partnership pubblico-private”, che si svolgerà a Sassari e a Cagliari
- “Indirizzare l’innovazione in Sardegna per garantire servizi pubblici di alta qualità: Strategia S3 e innovation procurement”, che si svolgerà a Sassari e a Cagliari
- “L’analisi dei fabbisogni e la ricostruzione della domanda negli appalti innovativi”, che si svolgerà a Cagliari.

1 laboratorio operativo dedicato ai meccanismi contrattuali e post contrattuali che sono alla base degli appalti innovativi, che si terrà a Cagliari

- 1 webinar

Le date degli eventi saranno definite nella seconda parte del 2017.

Gli appalti innovativi come strumento di rilancio della crescita in Europa

Il 3 marzo 2010 la Commissione europea ha presentato la “Strategia Europa 2020” per uscire dalla crisi e preparare l’economia dell’UE ad affrontare le sfide del prossimo decennio. La Commissione individua tre motori di crescita, da mettere in atto mediante azioni concrete a livello europeo e nazionale: crescita intelligente (promuovendo la conoscenza, l’innovazione, l’istruzione e la società digitale), crescita sostenibile (rendendo la nostra produzione più efficiente sotto il profilo dell’uso delle risorse, rilanciando nel contempo la nostra competitività) e crescita inclusiva (incentivando la partecipazione al mercato del lavoro, l’acquisizione di competenze e la lotta alla povertà). Tra i 5 obiettivi che l'UE è chiamata a raggiungere entro il 2020, il secondo è destinato alla Ricerca e Sviluppo ed Innovazione,. in particolare è previsto un aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo ed innovazione pari al 3% del PIL dell'UE (pubblico e privato insieme). Accanto agli strumenti di sostegno all’innovazione dal lato dell’offerta (volti a stimolare la R&S), la Strategia europea sottolinea l’esigenza occorra operare sul versante della domanda pubblica (Public Procurement of Innovation). Vi sono due tendenze in atto che portano sempre più a qualificare la P.A. come importante driver di innovazione:

la Pubblica Amministrazione esprime attraverso gli appalti pubblici un’importante domanda di acquisito di beni e servizi corrispondente a circa il 19% del PIL europeo;
la Pubblica Amministrazione si trova a dover erogare servizi sostenibili e di elevata qualità, che spesso richiedono soluzioni innovative.
Tra gli strumenti pubblici di nuova generazione a sostegno dell’innovazione vi sono gli appalti pre – commerciali (pre-commercial procurement), appalti finalizzati alla conclusione di contratti di R&s che vengono attivati prima della commercializzazione di un determinato prodotto e servizio. Essi si basano su tre concetti chiave:
la condivisione di rischi e benefici tra il committente pubblico e le imprese;
il cofinanziamento da parte delle imprese partecipanti;
lo sviluppo competitivo per fasi.
A livello nazionale e regionale sono state stanziate risorse economiche significative per sostenere gli appalti pre-commerciali nel ciclo di programmazione 2014-2020.

 I documenti della Commissione


COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI
Appalti pre-commerciali: promuovere l'innovazione per garantire servizi pubblici sostenibili e di elevata qualità in Europa

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE REGIONI EUROPEE COMPETITIVE GRAZIE ALLA RICERCA E ALL’INNOVAZIONE
Un contributo al rafforzamento della crescita e al miglioramento quantitativo e qualitativo dell’occupazione  

Contatti
Per ulteriori informazioni è possibile contattare:
info@sportelloappaltimprese.it
Numero Verde: 800974430