Logo Regione Autonoma della Sardegna
SERVIZI PER IL SETTORE APPALTI IN SARDEGNA
home  ›  consulenza  ›  consulenza online  ›  domande e risposte  ›  si richiede un parere di legittimità ...

Si richiede un parere di legittimità sul contenuto di un contratto per gara d'appalto. Nello specifico si è riscontrato diverse richieste non previste e non conformi al bando di gara e all'offerta tecnica presentata. Si chiede se la stazione appaltante possa fare richieste aggiuntive e tra l'altro onerose, non previste dall'offerta. Si chiede inoltre qual è la richiesta che dovremo fare alla SA per poter arrivare alla stipula del contratto.


Voti: None/5
Data ultimo aggiornamento: 22.04.2015
Risposta:
In linea generale, il contratto vincola l'appaltatore all'esecuzione del sinallagma nel rispetto di quanto richiesto dai documenti di gara e come eventualmente ulteriormente specificato dallo stesso appaltatore in sede di offerta con la propria offerta tecnica.
Eventuali previsioni vincolanti ulteriori  rispetto a ciò, possono essere individuate dal contratto e diventano vincolanti a patto che l'appaltatore sottoscriva espressamente le ulteriori clausole vessatorie (vd. Artt. 1341 e ss del codice civile) .
Riguardo alla tempistica per la stipula, si rimanda all'articolo 11, c. 9 del D.lgs. 163/2006 il quale stabilisce che " Divenuta efficace l'aggiudicazione definitiva, e fatto salvo l'esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti, la stipulazione del contratto di appalto o di concessione ha luogo entro il termine di sessanta giorni...". Ne consegue quindi che occorre richiedere alla stazione appaltante se l'iter di verifica dei requisiti sia stato completato o meno e se sì in quale data a partire dalla quale decorrerà il termine di 60 giorni entro il quale stipulare.


Fai Login o Registrati al sito per votare le tue risposte preferite